anno 2011

home_aiello_2011

Come da tradizione il giorno 20 Febbraio ricorrono i festeggiamenti di San Sebastiano Martire, Santo venerato in moltissimi paesi d'Italia, tra cui anche in questo piccolo paese, Aiello Del Sabato, a pochi km da Avellino, patrono della città insieme ad un altro Martire che è San Fabiano. La storia dei due Santi è molto particolare, entrambi martirizzati sotto l'impero Romano si può dire anche per la stessa causa, la fede in Cristo.


"San Sebastiano fu un santo italiano, di origine francese, venerato come martire dalla Chiesa Cattolica e dalla Chiesa Cristiana Ortodossa.
Secondo la leggenda il santo visse quando l'impero era guidato da Diocleziano. Divenuto alto ufficiale dell
esercito imperiale, fu il comandante della prestigiosa prima coorte della prima legione, di stanza a Roma per la difesa dell'Imperatore. Quando Diocleziano, che aveva in profondo odio i fedeli a Cristo, scoprì che Sebastiano era cristiano esclamò: “Io ti ho sempre tenuto fra i maggiorenti del mio palazzo e tu hai operato nell’ombra contro di me.”; fu quindi da lui condannato a morte, trafitto da frecce. Sempre secondo la leggenda, dopo questo martirio fu abbandonato perché i carnefici lo credettero morto, ma non lo era, e fu amorevolmente curato e riuscì a guarire. Cercando il martirio, sarebbe ritornato da Diocleziano per rimproverarlo e questi avrebbe ordinato di flagellarlo a morte, per poi gettarne il corpo nella Cloaca Maxima.
Ambrogio (340-397) nel suo Commento al salmo 118 riferisce che Sebastiano era originario di Milano e si era trasferito a Roma. Informazioni e leggende sulla sua vita sono narrate nella Legenda Aurea scritta da Jacopo da Varagine ed in particolare nella Passio Sancti Sebastiani ("Passione di San Sebastiano"), opera a cura di Arnobio il Giovane, monaco del V secolo. Dato storico certo, che ne testimonia il culto sin dai primi secoli, è l'inserimento del nome di Sebastiano nella Depositio martyrum, il più antico calendario della Chiesa di Roma e risalente al 354.
Tuttavia le biografie e le leggende che lo narrano al servizio di Diocleziano a Roma o l'intervento di Ivo l'Imperatore nelle vicende del suo martirio, comprese quelle attestate da Sant'Ambrogio poco dopo, sono spurie perché Diocleziano non risiedette mai a Roma.
Sebastiano
, martirizzato sotto Diocleziano, viene raffigurato solitamente trafitto da frecce.
La salma venne recuperata da mani pietose e sepolta nelle catacombe che oggi vengono appunto dette "di San Sebastiano". San Sebastiano sarebbe stato martirizzato sui gradus helagabali ovvero i gradini di
Elagabalo. In quello stesso luogo venne eretta una chiesa in suo nome. I gradini di Elagabalo si identificano, forse, in un tempio Romano sul versante orientale del palatino.
Spesso, in passato, Sebastiano veniva invocato come protettore contro la
peste. Attualmente, in Italia, è il santo patrono della polizia municipale. Oggi è anche invocato contro le epidemie in generale, insieme a san Rocco."

"San Fabiano, pontefice a Roma per quattordici anni (dal 10 gennaio del 236 al 20 gennaio del 250), promosse il consolidamento e lo sviluppo della Chiesa. Divise Roma in sette diaconie per l’assistenza dei poveri. Con lui la figura del vescovo di Roma assunse tale prestigio da destare preoccupazione nell’imperatore Decio, sotto il quale subì il martirio. Fu sepolto nel cimitero di Callisto.
San Fabiano, papa e martire, che da laico fu chiamato per grazia divina al pontificato e, offrendo un glorioso esempio di fede e di virtù, subì il martirio durante la persecuzione dell’imperatore Decio; san Cipriano si felicita del suo combattimento, perché diede una testimonianza irreprensibile e insigne nel governo della Chiesa; il suo corpo in questo giorno fu deposto a Roma sulla via Appia nel cimitero di Callisto."

Per onorare i due Santi patroni è stato realizzato un bel programma festeggiamenti ricco di eventi soprattutto pirotecnici, infatti il giorno 20 Gennaio 2011 durante la processione si è svolta una gara pirotecnica diurna e in serata a chiusura festeggiamenti una gara pirotecnica notturna. A queste hanno preso parte le seguenti ditte:

Gara pirotecnica diurna:
F.LLI PANNELLA da Ponte (Bn)
PIROTECNICA ORIENTALE da Pratola Serra (Av)
F.LLI DI MATTEO da Sant'Antimo (Na)

Gara pirotecnica notturna
F.LLI PANNELLA da Ponte (Bn)
F.LLI DI MATTEO da Sant'Antimo (Na)

PIROVAGANDO.it ancora una volta presente ad Aiello del Sabato per questa bella festa e vi presenta di seguito i video in HD della gara pirotecnica notturna tra le ditta PANNELLA e DI MATTEO, potrete scaricare i filmati nella sezione download alla voce "AIELLO DEL SABATO (AV) - San Sebastiano e San Fabiano 2011". Ricordiamo che l'accesso all'area download è riservato ai soli utenti registrati. Buona Visione
.

Pin It
 

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti.

Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori info: Per saperne di piu'

Approvo