Blog

...diventa anche tu PiroBlogger! ;-)

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.

Palo del Colle (Ba) si stringe attorno al Santo Protettore Rocco da Montpellier

Prefazione 

Varie sono le forme di manifestazione della pietà popolare, intesa come espressione della fede e messa in atto da chi cerca un contatto con i Santi Protettori, magari facendo un pellegrinaggio recandosi ad un Santuario o fare suffragi per i defunti. 

Ma tra le manifestazioni di pietà popolare rientra senza ombra di dubbio anche partecipare od organizzare Feste Patronali, una tradizione davvero antichissima ancora presente in tantissime località del nostro Sud Italia, una tradizione che, nonostante i tanti e gravi momenti di crisi che attanagliano il nostro bel paese, viene portata avanti dai componenti dei comitati feste seppur con notevoli difficoltà e tutto per onorare degnamente, con fuochi pirotecnici , concerti bandistici e sfarzose luminarie i Santi Protettori.

Culto e storia di San Rocco a Palo del Colle ( notizie tratte dal libro " La Chiesa di San Rocco in Palo del Colle - Culto e Storia " di Domenico Vessia )

Pur non essendo festa patronale anche Palo del Colle, località a breve distanza dal capoluogo pugliese, nei giorni 16 e 17 agosto tributa solenni festeggiamenti in onore del Santo Protettore Rocco e dei SS. Medici Cosma e Damiano. 

Il culto di San Rocco si diffuse in varie località europee e anche in Italia a partire dal XV secolo ed è legato alla protezione del Santo contro la peste, terribile flagello che colpì direttamente anche il Santo pellegrino allorchè si offrì volontario all'assistenza degli appestati durante i primi anni del trecento.

La confraternita di San Rocco fu costituita a Palo del Colle nell'anno 1789 e di qualche anno dopo, precisamente 1797 è la splendida statua lignea di San Rocco, custodita nell'omonima chiesa, che viene portata in processione il giorno 16 agosto di ogni anno.

L'autore di detta statua fu Riccardo Brudaglio di Andria, il nome dello scultore e la data 1797 si leggevano sulla vecchia base, successivamente sostituita.

Le statue dei SS. Medici portate in processione unitamente a San Rocco e custodite anch'esse nella Chiesa di San Rocco, furono acquistate dalla confraternita nell'anno 1819 per 40 ducati da alcuni scultori baresi. Le vesti costarono più delle immagini.

Da tempo immemore la festa in onore di San Rocco e dei SS. Medici è fonte di richiamo, visto il periodo estivo, di numerosissimi paesani residenti all'estero oppure che rientrano dalla ferie per assistere ai festeggiamenti civili ed alla solenne processione che alle ore 18 del giorno 16 agosto si snoda per le vie principali della cittadina, processione unica nel suo genere per la quantità di fedeli che vi partecipa con in mano ceri, in passato anche di dimensioni considerevoli, quasi a voler testimoniare con tale fatica il proprio attaccamento al Santo, un modo per aver a che fare con il dolore che lo stesso San Rocco dovette sopportare, ed ecco quindi un altro esempio di manifestazione di pietà popolare. 

I solenni festeggiamenti

Anche quest'anno a causa dell'inagibilità della Chiesa di San Rocco ( datata 1798 ) le Sacre immagini di San Rocco e dei SS. Medici Cosma e Damiano sin dalla metà di Luglio sono state trasferite e successivamente intronizzate nella Chiesa del Purgatorio ed è qui che si è svolta la novena in onore del Santo Pellegrino guidata dal Padre Spirituale Don Giosy Mangialardi e la Messa Solenne del giorno 16 agosto celebrata dal Rettore della Basilica dei SS. Medici in Bitonto,  Don Ciccio Savino.

Tanta l'emozione durante l'uscita delle Sacre Immagini nel caldo pomeriggio del giorno 16  per la processione e non sono mancati anche i vari momenti toccanti quando le stesse immagini " hanno incontrato " gli ammalati riunitisi in varie zone della cittadina. 

L'incontro delle Sacre Immagini dei Santi con gli anziani della Casa di Riposo " San Vincenzo de Paoli "

Naturalmente ogni festa in onore dei Nostri Santi deve essere curata anche sotto l'aspetto dei festeggiamenti civili ed in questa edizione il Comitato Feste è riuscito a stilare un ottimo programma.

Le sfarzose luminarie allestite dalla rinomata azienda " Arte in Luce " di Sabino Maurogiovanni da Bari hanno elegantemente vestito a festa la splendida Piazza Santa Croce ove è stata posizionata la cassarmonica che durante i giorni 16 e 17 agosto ha accolto i maestri dello Storico Concerto Bandistico " F . Fenaroli " della Città di Lanciano, magistralmente diretto dal M° Dir. Conc. Michele Milone.

Ed ovviamente non potevano mancare i fuochi pirotecnici realizzati dalla ditta Ponte da Ruvo di Puglia, ben due spettacoli di colori incendiati rispettivamente il giorno 16 in Piazza al ritiro della processione ed il giorno 17 nelle campagne della cittadina.

In definitiva è stata davvero una bella festa, molto sentita da tutta la cittadinanza palese e dalla miriade di forestieri giunti dai paesi limitrofi.

Di seguito il video dello spettacolo pirotecnico. Buona visione.

{youtube}iw7Px-1V2XY{/youtube}

 

 

in tradizioni Visite: 3137 0 Commenti
0

Commenti

 

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti.

Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori info: Per saperne di piu'

Approvo